Vite di Roccia
Crescere all'Inferno
Eric Girardini per Vigna Ca’ Guicciardi
Un viaggio tra Inferno e paradiso: un inferno fatto di luce abbagliante e un paradiso fatto di neve soffice. Eric Girardini, guida alpina e atleta Salewa, ci porta fino in vetta, nel regno della luce, per farci scoprire come Vigna Ca’ Guicciardi, ogni giorno, affronta il sole.
L’Inferno è come te l’aspetti
Lo chiamano Inferno. Perché si sviluppa lungo una pendenza ripida che rende più complessa la vita delle piante ed estremo il lavoro dell’uomo. Lo chiamano così perché le temperature sono elevatissime, specie in estate. Lo chiamano Inferno, eppure per una vigna è diventato il luogo di crescita ideale.
Il suo nome è Ca’ Guicciardi.
Il sole è nutrimento.
Il calore, un alleato.
Per una combinazione di fattori diversi, in questa zona il calore si somma e si amplifica. C’è la luce diretta del sole che, durante tutto il giorno, invade il vigneto e si riversa sulle piante. Ci sono le grandi rocce bianche affioranti dal terreno, che riflettono la luce e assorbono un calore che, poi, rilasceranno durante la notte. E infine ci sono le piccole vallette e i muretti in pietra più alti della Valtellina che impediscono l’ingresso al vento, rendendo la temperatura ancora più intensa.

Quello che per qualcuno è l’inferno, per altri non lo è. L’elevata pendenza, l’assenza di venti, il calore e la luce del sole, infatti, influiscono sulla vita della pianta, facendo maturare l’uva con straordinaria intensità e con un’energia maggiore.
L’importanza di invecchiare in montagna.
Ciò che le piante e gli uomini vivono in montagna li cambia per sempre e Vigna Ca’ Guicciardi ne è semplicemente la prova: un Nebbiolo dalle caratteristiche non comuni, dominato dal sapore di frutta nera, sostenuto da un sottofondo di spezie aromatiche, con una struttura tannica densa, rotonda e avvolgente che lo rende quasi dolce.
Dopo due anni di affinamento, uno dei quali in botte di rovere, è pronto per il consumo.

Vigna Ca’ Guicciardi non è altro che la somma delle sfide affrontate dal vigneto. Un vino forgiato dalla luce.
Vigne di montagnaa
Ca’ Guicciardi
SOLE
Eric Girardini
Nato a Feltre all’ombra delle Dolomiti, Eric Girardini sale per la prima volta sugli sci all’età di 3 anni. Da quel momento continua a sciare con passione, spostandosi al di fuori delle piste, alla ricerca di spazi sempre più aperti. Ha affrontato le discese più ripide delle Dolomiti e tracciato nuovi itinerari, disceso le pareti del Monte Rosa, del Monte Bianco, delle Alpi centrali, dell’Etna, con qualche incursione anche nelle Isole Lofoten. Dal 2011 è una guida alpina della Scuola di Alpinismo e Scialpinismo Aquile di San Martino e Primiero. Eric fa parte del team Salewa dal 2013